Fumetti nei musei. Un progetto nato vecchio e cresciuto per i fatti suoi

Un pensiero vecchio e molto elitario. Devo ammettere che questa è stata la prima considerazione che mi è venuta in mente quando sono venuto a conoscenza di Fumetti nei musei, “un progetto pensato per i bambini e i ragazzi che partecipano ai laboratori museali”.

Sono parole che mi sarei aspettato di ascoltare qualche decennio fa quando, sebbene già LINUS avesse aperto nuove strade, il fumetto era considerato in Italia una roba da bambini (poco scolarizzati) oppure da adulti poco cresciuti e un poco ignoranti. Quando si pensava che il mondo dell’arte della cultura fosse semplicemente antitetico a quello dei fumetti: pittura e scultura da una parte e ballon dall’altra.

Il guizzo creativo che ha dato vita ai racconti nasce dall’incontro tra gli artisti e i direttori dei musei, che hanno accompagnato i fumettisti alla scoperta di segreti e curiosità, momenti significativi che hanno posto le basi di un nuovo dialogo tra due mondi solo apparentemente lontani.

Manfredi Ciminale, Sciarada, Museo delle Civiltà a Roma

Ma ormai anni fumetti e graphic novel sono parte integrante del mondo culturale e artistico nonché anche sociale e politico, il loro pubblico copre ogni fascia di età. È un’idea superata appunto usare i fumetti per cercare l’attenzione dei “giovani” (categoria quasi chimerica inseguita vanamente dagli adulti).

In tutto sono 51 storie dedicate ad altrettanti musei e siti statali, curate sia da autori giovani che di lunga data, coinvolgendo una casa editrice tra le più prestigiose del panorama italiano, Coconino Press, che infatti sul suo sito modifica la prospettiva del progetto:

Pensata nella fase iniziale per i bambini e i ragazzi che partecipano ad attività e laboratori museali, la collana si rivolge ora ai lettori di ogni età che vogliono scoprire e riscoprire da nuove angolazioni, attraverso il fumetto, tesori e storie dello straordinario patrimonio artistico nazionale.

(…) Autrici e autori hanno avuto piena libertà creativa: i loro fumetti “trasformano” i musei in spettacolari set per storie che spaziano tra avventura, fantascienza e vita quotidiana, permettendo a bambini, ragazzi e adulti di scoprire le collezioni italiane e le architetture che le conservano, di intrufolarsi negli angoli segreti e di immergersi con uno sguardo inedito nelle sale espositive più famose al mondo.

ZUZU, Super Amedeo, Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Una volta evitato il rischio di edificanti storielle didascaliche, i libretti hanno trovato insomma una loro strada, a volte forse addirittura distante dalle aspettative e dalla sensibilità dei committenti e degli addetti ai lavori.

Paolo Bacilieri, Era Brera, Pinacoteca di Brera a Milano

Io ne ho letto solo qualcuno e ovviamente ne ho un giudizio diversificato. Oltre al personale gusto verso il disegno, alcuni li ho trovati sinceramente banali nel concetto (opere che “parlano” al visitatore) ma a volte con sviluppi interessanti, per alcuni il museo è un pretesto per raccontare storie apparentemente scollegate dai beni culturali ma che aprono l’istituto a stimoli diversi; altri ancora hanno colto secondo me il senso profondo di una raccolta e la magia del loro racconto. Una varietà di proposte che sfugge in maniera vitale all’omologazione dell’idea di museo, e restituisce il senso della diversità e peculiarità di ogni singola raccolta, le sue potenzialità e ricchezza espressive.

Fino ad ora hanno girato poco (neppure nei bookshop  dei musei interessati) e la distribuzione avrebbe dovuto comicniare a fine gennaio 2020… Insomma al momento non resta che aspettare tempi migliori o acquistarli direttamente dalla casa editrice.

Oppure, in tempi di COVID19, approfittare della visione gratuita di alcuni libri a settimana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...